Sabato, Aprile 29, 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di piu'

Approvo
Accedi

Accedi

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo

Luogo di culto cristiano o tempio pagano?

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pronti per una nuova indagine misteriosa? Le consuete cacce di tanti fanta-archeologi in giro per il territorio insubrico conducono nuovamente nel varesotto. In questa provincia si trova Brebbia, un comune facente parte della zona collinare ovest; fra l’altro il suo territorio è bagnato dal Lago Maggiore. Fa parte del Medio Verbano Orientale. Per fare un’etimologia, il nome della cittadina potrebbe derivare da brabia, che per tradurlo in maniera più moderna potrebbe essere reso come “premio” o “vittoria”. E questa definizione…

La storia dei Carabinieri (XVII parte)

Origini e compiti dell'Arma

Vota questo articolo
(0 Voti)
3. ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE   L’organizzazione territoriale rappresenta la piattaforma operativa dell’Arma, il fulcro dell’attività d’Istituto svolta su tutto il territorio nazionale, dalle grandi città ai piccoli paesi. Essa assorbe l’80% del personale distribuito su una intelaiatura di reparti molto capillare ed articolata. È l’Arma con la bandoliera, quella a cui il cittadino fa riferimento per la richiesta di un consiglio o per la soluzione di un problema. La linea territoriale è organizzata secondo una struttura gerarchica costituita dai seguenti diversi…

Il mito del Lario: voci antiche

La visione e il pensiero degli autori dell'età classica

  • Numero: 129
  • Martedì, 29 Settembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Risale al 1959 la splendida edizione numerata dell’opera Larius, promossa dalla Camera di Commercio ed edita dalla Società Storica Comense, composta da cinque ponderosi volumi in prestigiosa veste tipografica e con altrettanto ricco apparato iconografico. Diretta da Gianfranco Miglio, la preziosa antologia celebrativa del “mito del Lario” raccoglie le descrizioni e le immagini della Città e del Lago di Como, dall’antichità classica all’età romantica. A tale puntuale elencazione giova riferirsi per cogliere la visione e il pensiero che gli scrittori…

La mia città dal 1967 al 1969

  • Numero: 129
  • Martedì, 22 Settembre 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
  1967 I comaschi sono 90.150. È questa la notizia che apre il 2 gennaio il nuovo anno. La città – scrive il quotidiano – si sta avviando verso il traguardo dei centomila abitanti. La maggior incidenza positiva è data dell’immigrazione; notevole la prevalenza del numero delle donne su quello degli uomini. I matrimoni nel corso dell’anno sono stati 613. Durante l’edizione del Festival di Sanremo, il cantautore Luigi Tenco, bocciato dalla giuria per il brano “Ciao, amore ciao” si…

Costantino

La sconfitta di Massenzio al Labaro

Vota questo articolo
(0 Voti)
  Costantino il Grande (Caio Flavio Valerio Aurelio), figlio di Costanzo Cloro quando era ancora semplice ufficiale e di Flavia Elena, nacque a Niasso, l’odierna Nissa, in Serbia, nel 280 circa. Il padre, nominato “Caesar” dall’imperatore Diocleziano, si trasferì a corte dove il figlio fu allevato. Dopo avere costretto Narsete a rientrare in Persia ed aver riportato la pace in Egitto, Diocleziano avvertì la necessità di snellire e modernizzare l’amministrazione dell’impero istituendo la tetrarchia; divise cioè l’impero in quattro parti…

Villa De Vecchi

Il dolore "fra le delizie de' monti"

Vota questo articolo
(0 Voti)
La bizzarra caccia a quanto vi è di più misterioso nei nostri territori passa – in occasione di questo doppio numero estivo – per quel di Lecco. La provincia lombarda, anticamente rivale di Como, ospita, infatti, un esempio di degrado residenziale, una villa fra le più importanti e singolari dell'Ottocento. Ma procediamo con ordine: la località è Bindo, frazione di Cortenova, a quasi venticinque chilometri dal capoluogo. Posta leggermente più a nord di Como e di Lecco, sita ad un'altitudine…

La storia dei Carabinieri (XVI parte)

Origini e compiti dell'Arma

Vota questo articolo
(0 Voti)
  L'ARMA NELL'ITALIA CONTEMPORANEA   XXV. LA NUOVA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL'ARMA Una struttura articolata e competente, messa a punto in ogni suo più piccolo dettaglio, per far fronte alle innumerevoli esigenze del Paese ed a una lunga tradizione di impegno e di presenza attiva sul territorio italiano, fanno parte dell'Arma dei Carabinieri, un esempio di grande efficienza. Proprio grazie al perfetto ingranaggio organizzativo e ben collaudato in tutte le sue parti, i Carabinieri possono operare con profitto. Non è facile,…

La mia città dal 1964 al 1966

  • Numero: 128
  • Martedì, 14 Luglio 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
1964 È il 1° febbraio quando la cittadinanza dal quotidiano locale apprende che: “Parè spera che arrivino da Roma le sovvenzioni relative alla costruzione della nuova Scuola Media unica. Infatti i ragazzi di Gironico, Cavallasca, Drezzo e Parè, circa un centinaio, per frequentare la scuola ora devono raggiungere Como oppure Olgiate Comasco”. La scrittrice Carla Porta Musa dona alla Biblioteca la maggior parte dei carteggi conservati nell’archivio di famiglia. La notizia è riportata nell’edizione del 23 marzo e sottolinea, inoltre,…

Giulio Cesare attraversa il Rubicone

"Alea iacta est, il dado è tratto"

Vota questo articolo
(0 Voti)
  La sera del 10 Gennaio 49 a.C. Caio Giulio Cesare della gente Giulia, proconsole romano, era sulla via di ritorno a Roma a capo delle sue truppe vittoriose dopo aver sottomesso la Gallia, cioè le regioni comprendenti l’attuale Francia (Gallia), Svizzera (Helvetia) e Belgio (Gallia Belgica, la Gallia dalla Senna al Reno); si fermò sulla riva settentrionale di un piccolo fiume, il Rubicone, che segnava il confine tra il territorio dell’Urbe e la Gallia Cisalpina, la provincia a nord…

La chiesa dei santi Cosma e Damiano

Uno scrigno pieno di arte e storia

  • Numero: 128
  • Martedì, 14 Luglio 2015 00:00
  • Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
  Percorrendo la Via Regina, a pochi metri dalla Basilica di Sant’Abbondio, si trova l’antica chiesa dedicata ai Santi Cosma e Damiano. È stata concessa in comodato dal Comune di Como alla Società Archeologica Comense, che si è impegnata ad aprirla a chi desidera visitarla, e la utilizza per convegni, attività didattiche e mostre, come quella che annualmente viene organizzata in occasione della festa di Sant'Abbondio. La visita alla chiesa è inserita, infatti, nel programma della attività didattiche proposte dalla…

Le piramidi di Montevecchia

Un mistero archeologico nel parco lecchese

Vota questo articolo
(0 Voti)
Delle tante ricerche finora presentate, dei tanti siti impenetrabili che è possibile ritrovare nella Regio Insubrica, un luogo che può sicuramente ingolosire un appassionato di fanta-archeologia o un egittologo dilettante è individuabile nella vicina Lecco. E più precisamente nel paesino di Rovagnate, in località Montevecchia, il cui nome potrebbe derivare dal latino Mons Taeagia (monte Fiaccola) un nome parlante per indicar la funzione di luogo di avvistamento. Ma andiamo per ordine: a partire dal 2001 circa un architetto – Vincenzo…

Ricerca per Numero

Ultimo numero: 143

Numero

Categoria

Accesso Abbonati

COMMENTI

SPONSOR