Mercoledì, Luglio 26, 2017

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di piu'

Approvo
Accedi

Accedi

Andrea Boschet

Andrea Boschet

 

Nato e cresciuto sulle coste abruzzesi, ha studiato filosofia a Milano. Inizia ad esplorare le terre comasche grazie allo sguardo paziente del fotografo e jazzista Alfredo Ferrario.

 

Prima che io finisca

Mercoledì, 22 Febbraio 2017 00:00
Se non ci sono storie,le inventeremo.Di quando attesiche uno tuo sguardo colpisse il mio,oltre il vetro di quella finestra,lassù al quarto piano.Il tuo collo elegante e i pendagli alle orecchie,la mia testa spettinata e il fumo dentro l'auto.Vorrei che scendessi, prima che io finisca il tabacco,prima che…

Vecchie Porte, Nuove Torte

Martedì, 21 Febbraio 2017 00:00
Ci sono luoghi che disertano il moderno,e nella resa trovano la propria sopravvivenza,Ci sono luoghi che possiedono il trionfo leggero della semplicità,e distolgono dall’apparente simmetria del quotidiano.Se busso alla porta, vivrò ancora la mia infanzia:una lunga gonna gialla e mani gonfie di vita.“Nonna, ti sistemo questo filo?”.“No,…

Uno sguardo lento

Lunedì, 20 Febbraio 2017 00:00
UNO SGUARDO LENTO Le porte aperte alla vigilia della notte. le attese precipitate e mai finite. Il colore dei cicliegi spostati dal vento. La pazienza schiacciata da mille abbarcci. Involucri, ritardi, apparenze, catastrofi. Al di là di tutto questo, io ti cerco. La vita è un milione…

1 corsa

Sabato, 03 Dicembre 2016 00:00
  Dicono che giostrai si nasce, ma io ci sono diventata per caso. Superstite del tempo, Coi polpastrelli lisi da migliaia di monetine, E lo sguardo pieno di questi piccoli incontri E la memoria colma di brevi sorrisi E le orecchie cariche di urla beate 1 corsa,…

Un capogiro

Sabato, 03 Dicembre 2016 00:00
In questo luogo ho conosciuto mio nonno. La prima volta che lo vidi mi disse che una panchina può essere vuota, ma mai veramente sola. Pensavo fosse un po’ matto. Lo vedevo anch’io che le panchine erano due. Seduto su quelle larghissime sedie di legno, mi raccontava…

Una scorciatoia

Giovedì, 01 Dicembre 2016 00:00
Ricordo che arrivarci era continua avventura, tra l’erba secca che pungeva la pelle e rovi pieni di more che addolcivano  la bocca. Si stava lì per ore, a giocare alla guerra,  o a leggere a turno il nuovo numero del  giallo ranger, tra finestre fatte con pezzi…

Eredi

Mercoledì, 30 Novembre 2016 00:00
  Si è eredi del tempo, non solo delle cose. Si accumulano ricordi, che forse non saranno mai raccontati. Lo ero davvero piccolo e correvo veloce tra milioni di bottiglie rotanti. Ne imitavo talvolta le piroette, sfidando mia sorella, che però vinceva sempre per eleganza. A metà…

Questione di fortuna

Mercoledì, 13 Luglio 2016 00:00
    QUESTIONE DI FORTUNA   Eccomi, sono tornato. Persino oggi che l’acqua è color dello zinco. In questo angolo sbiadito dal tempo, Ci sono grumi di ricordi che non ho mai chiesto. Tu, in silenzio, mi guardavi perdere, mentre inciampavo sotto il caldo sole d’agosto. Si…

Se ti fermi

Venerdì, 03 Giugno 2016 00:00
Se ti fermi   Lo vedi anche tu? Qui un tempo il sentiero si bloccava, E si poteva passare solo sino al tramonto. Un tempo la luce e i confini scandivano l’abitare dell’uomo. Ma lo vedi anche tu? Oggi nulla comincia e nulla finisce. Se ti fermi…

Ricordi?

Mercoledì, 23 Marzo 2016 00:00
  RICORDI?     Se chiudi gli occhi, riprendo vita. Se li chiudi, ti dico, ricomincia l’antico dondolo. Ricordi? Ricordi quella luce fuori dalla finestra? Ricordi noi, che sempre più veloci volevamo raggiungerla? Ricordi i pomeriggi d’estate, in cui ti addormentavi sull’oscillare lento del mio dorso? O…

Altrove

Martedì, 02 Febbraio 2016 00:00
Forse qui, da queste parti, lo sguardo è più lento del passo, di certo più breve. È colpa della luce che appanna ogni profilo. Per chi non conosce la strada, da queste parti, tutto diventa un continuo esplorare o un disperato vagare. Qui ci si separa meno…

La piramide di chi?

Martedì, 15 Dicembre 2015 00:00
 Spesso accade che qualcuno voglia la sua Babele, ignorando sempre quale e quanta confusione generi l’umana vanagloria. Ma ora la piramide non esiste più. In un giorno di pioggia le ruspe l’han tirata giù. Chissà invece se Marta, Erika, Paolo, Elisa, Carmine, siano ancora amati dai quei…

Fuori campo, 1996

Venerdì, 11 Dicembre 2015 00:00
  Sono arrivato, ma resto fuori campo. Non c’è ancora nessuno, ma tra poco arriveranno i miei amici. Spero. Ci siamo dati appuntamento per le quattro e un quarto. Con questo freddo non avrei proprio voglia di andare sino alla piazzetta, per chiamarli dalla cabina telefonica. Ieri…

Idoli di gioventù

Giovedì, 03 Dicembre 2015 00:00
Oggi siamo rimasti davvero in pochi. Quasi nessuno sa più cosa sia una lesina o un trincetto. Da me vengono soprattutto signore che vogliono camminare senza dolore. Ho iniziato a fare questo mestiere quando avevo tredici anni, anche se in realtà volevo fare l’attore. Ora può farmi…

Migliore libertà

Giovedì, 16 Luglio 2015 00:00
  Vi dico che è la verità. Se ne stava lì, ferma, immobile. E per interminabili minuti fissava il vuoto, provando a ricreare il mondo secondo la propria luce, superando le insidiose fratture quotidiane, sovrastando i dettagli decisivi, ignorando dubbi e rancori, trascurando l’equilibrio ormai precario. Esiste…

Ricerca per Numero

Ultimo numero: 143

Numero

Categoria

Accesso Abbonati

COMMENTI

SPONSOR